About R.O.

Il tempo di un sogno: dal virtuale al concreto

Prendere un libro nuovo tra le mani, mentre sei circondato da tanti tomi colorati, riposti ordinatamente negli scaffali di una libreria.

Ad attirarti può essere il colore della copertina, un’immagine, il titolo o tutte e tre le cose insieme. Incuriosito ti avvicini, lo scegli, lo sfogli, lo studi. Guardi la biografia dell’autore, ne leggi qualche brano. Finché qualcosa di quelle righe ti chiama, e risuonano in te, da qualche parte della tua anima, parole scritte da qualcun altro. Allora lo prendi, ti dirigi alla cassa, lo compri e torni a casa.

Possono passare giorni, mesi o puoi dedicartici la sera stessa. Che sia a letto o appollaiato sul divano, cominci la lettura finché tutto il mondo che conosci, svanisce, sostituito da un altro possibile, così come l’ha descritto l’immaginazione dell’autore a cui ti sei affidato.

Eppure, in questo caso, per la prima volta in vita mia, tra i libri di una libreria della mia città, io sfoglio le pagine di qualcosa che porta il mio nome e la mia anima. E leggo, con occhi vergini, racconti che chissà da quale parte di me sono fuoriusciti.

Ed è con questo lungo poema che sono lieta di annunciarvi che Racconti Ondivaghi è una realtà concreta che, voi palermitani, potrete sfogliare da Spazio Cultura Libreria Macaione (via marchese di Villabianca).
Mentre ecco il link per comprarlo online: Racconti Ondivaghi – Vj Edizioni

E lascio inoltre un piccolo spoiler sempre per i miei compatrioti palermitani: non prendete impegni per domenica 15 gennaio, che farò la presentazione. La mia prima in assoluto e ne vedrete/ vedremo delle belle 💕

Grazie dunque a Spazio Cultura e ovviamente un ringraziamento sempre a VJ Edizioni Milano di Edoardo Ferrario

E a tutti, un Buon Natale!🎄

V.

About R.O.

Un sogno che si realizza

Carissimi Lettori,
il mio silenzio è durato quasi un anno.
E no, vi rispondo subito: il mio vecchio credere ciecamente nell’Amore, con la A maiuscola, non mi ha abbandonata e, con lui, nemmeno la solita voglia di scrivere.
Eppure, la vita ha trascinato a lungo i miei pensieri in luoghi remoti, dove non c’era spazio per fermarmi a creare racconti.
Purtroppo.

Tuttavia, come in ogni bella storia, anche qui arriva il colpo di scena. Infatti, in questo silenzio, qualcosa comunque è successa: si è andata concretizzando un’idea, che da piccolo semino, grazie a un buon giardiniere che ha creduto in me, sta ormai diventando una piantina dai colori azzurro-mare.

Pertanto, con infinito piacere, vi annuncio l’uscita del mio primo libro, dedicato proprio a quella che per me è stata una palestra di scrittura, conforto personale e tantissimo altro, nonché questo mio blog.

Grazie a @Vj Edizioni ed @Edoardo Ferrario a Natale uscirà Racconti Ondivaghi, e questo lo devo anche a Voi che mi avete incoraggiata e sempre sostenuta, in mezzo a quella sinusoide di emozioni e sentimenti che, negli anni, ho racchiuso tra gli angoli multiformi disegnati dalle mie parole.

Per adesso mi fermo qui, lasciandovi solamente un link, insieme a tutta la mia riconoscenza: il resto lo vedremo insieme, per come ce lo riserverà il futuro.

A voi tutti, fatene buon uso: Racconti Ondivaghi – Vj Edizioni


P.S.: Scherzetto, aggiungo un secondo – e ultimo- link, per mettere like alla pagina Facebook: Racconti Ondivaghi

A presto,
Valeria

About R.O.

Una notifica che ne vale Mille

Qualche giorno fa è stato un giorno da ricordare.
Infatti, oltre che essere una pasquetta in quarantena, é stato anche il giorno in cui -non so come- ho raggiunto mille iscritti sul mio blog di WordPress.

 -Un qualcosa che, se ci ripenso: Mille…
M-I-L-L-E.
Che parola grande, che moltitudine!
Chissà, magari lo stesso Catullo avrebbe apprezzato!-

Racconti Ondivaghi è un’idea nata qualche anno fa, nel mio periodo barcellonese. È sorto come una palestra di scrittura creativa che mi permettesse di andare alla ricerca di uno stile tutto mio e, soprattutto, che mi servisse a constatare se i miei pensieri e le loro formulazioni suscitassero interesse tra chi vi si imbatteva.
E, inoltre, mi ha dato modo di poter coniugare la mia visione del mondo espressa tramite la parola scritta, insieme a quella mostrata attraverso le mie fotografie da amateur.

E se i brani -come le foto- sono per lo più basati sui sentimenti, con il mare come leitmotiv nello sfondo, l’intento è sempre stato quello di far immedesimare il lettore e trasportarlo all’interno dei paesaggi che, negli anni, ho provato a dipingere con le parole.
Per quanto riguarda lo stile, lo sto ancora cercando, ma intanto, sono contentissima così.

Per cui: Mille volte grazie Internet!

About R.O.

Buon primo compleanno Racconti Ondivaghi

Un anno di racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore.
Grazie per tutto ciò che mi avete dato e insegnato: per ogni apprezzamento, per ogni consiglio, per ogni supporto e per le vostre, di parole, che hanno sempre completato e arricchito le mie.
Grazie per mostrarmi il lato bello e costruttivo di questa grande rete che tocca ogni parte del mondo e che ci ha permesso di “conoscerci”, così da lontano e inaspettatamente.
Grazie per esserci, leggermi, leggervi e continuare a spronarmi a scrivere con la vostra virtuale presenza.
Grazie per l’amore con cui voi stessi infarcite le mie parole, dando corpo e calore ai miei pensieri durante la lettura.
A un anno di distanza posso confermare che l’esperimento è pienamente riuscito e che questo diario scritto dall’immaginazione continuerà a farvi e a farmi compagnia, sempre accompagnato dal ritmo sinusoidale dei miei pensieri, tipico delle onde di un mare ondivago.

Insomma:
1 Novembre 2018: 1 anno di noi.

V.

About R.O.

Racconti Ondivaghi che alla fine parlano sempre di Amore

Ed ecco cominciare una nuova fase della mia vita e con essa do inizio a un nuovo esperimento.
Un blog, un diario scritto dall’immaginazione per condividere le mie fantasie con chiunque avesse voglia di tuffarvisi e di farsi trascinare dal loro andamento sinusoidale, tipico delle onde del mare.

Un abbraccio

V.

Barcellona, Novembre 2017