Pensiero e sentimento

Pensiero ondivago che continua a parlare d’amore

Desideravo solo ricordare che essere single non vuol dire essere soli.
E lo dico perché, per tanti anni, io stessa ho confuso le due cose. Tuttavia, in caso di necessità, non mi serve molto per spazzare via il dubbio: basta che ripenso a tutte quelle voci belle e familiari, di tutte le persone più care che, nonostante la distanza che ci divide da anni a periodi alterni, sono davvero sempre accanto a me.
Sfatiamo il mito che chi è single è infelice, perché non è vero. Certo, ci sono giorni in cui la malinconia è normale, siamo pur sempre umani. Personalmente, questo periodo mi ha spinto a conoscermi meglio e a dedicare quel tempo “libero”, e in più, a inseguire i miei desideri, a scoprire nuove passioni, a viaggiare, a perdermi, a ritrovarmi e sopratutto a coltivare le relazioni. Soltanto così, infatti, mi sono potuta avvicinare a certe persone, potendole ritenere parti fondamentali della mia vita, senza le quali io non sarei quella che sono. E senza le quali, allora probabilmente sì che mi sentirei un po’ più sola.
Sarei una persona diversa se ad oggi fossi sempre stata in una relazione sana, vero. Migliore o peggiore non posso dirlo, ma sarei semplicemente stata un’altra versione di me stessa. Ad ogni modo, finché non trovo qualcuno che apporti qualcosa in più, invece di togliere. Finché non trovo la persona che mi dia la sensazione di essere a “casa”, pur a chilometri di distanza dalla mia. Finché non trovo quel quid, quella ciliegina sulla torta che arricchisca e rassereni, senza invece complicarla, una vita che sto costruendo sperando di essere felice, allora preferisco, voglio e continuamente scelgo di essere single.
Chissà, probabilmente quando distribuivano l’amore e l’altezza, io ero in coda per l’essere tappa e per avere l’amicizia. Ma va bene così.Perché ad oggi, una cosa l’ho capita: l’amore e l’amicizia sono entrambe rare da trovare. Eppure, spesso, anche se l’amore viene e va, ci sono certe amicizie tanto speciali che, una volta trovate, quelle sí che restano tutta una vita.

15 pensieri su “Pensiero ondivago che continua a parlare d’amore”

    1. Magari, essere single peserà soltanto quando si avrà la consapevolezza che, a camminare su questa terra, ci sarà la persona che vorremmo avere accanto a tutti i costi.

      "Mi piace"

  1. Una riflessione quanto mai attuale per me. Che dire…mi verrebbe da sugellare il tutto con un “Amen”. Che poi Amen non a caso: lo si mette in fondo alle preghiere che non sempre vengono facili. Vengono a denti stretti , magari quando ci sentiamo assediati, quando ci sentiamo soli, quando ci serve riflettere. E magari ci serve anche un po’ d’aiuto, anche se quello non esce quasi mai, denti stretti o no.

    Ed il tuo pensiero, che è un mantra condiviso almeno da me, riassume bene la via che dovremmo percorrere ogni giorno.

    Silvio

    Piace a 1 persona

  2. Qualche anno fa, prima che il piacere di leggere si autosospendesse per poi tornare più carico di prima, attendevo con gusto i tuoi post. Riuscivi a trasportarmi davanti ad uno specchio ideale, ponendo domande che non potevano essere eluse. E ricordo pure che dopo qualche botta e risposta, mi dicesti di chiamarti Penelope.
    Oggi, d’improvviso, trovo una notifica di “racconti ondivaghi”, e decido di assecondare la curiosità per capire se qualcosa sia cambiato in quella figura che ha preso in prestito il nome al mito.
    Ora dico: sei concreta.
    Un inno ad allontanare la paura. Così leggo il tuo post.
    Un inno all’incompletezza, per smentire la retorica comune del “noi” come obiettivo assoluto e indifferibile dell’essere umano. Un tentativo diretto di affermare la piena dignità del mondo; il mondo esiste pure senza una persona accanto. Anzi, la sicurezza di una presenza fisica potrebbe addirittura scolorirlo quell’orizzonte, appiattendolo su d’una melodia monotona e al di fuori della quale sembra non esserci nulla.
    Ad ogni modo, ti trovo bene Penelope

    Piace a 1 persona

    1. Ricordo piacevolmente i tuoi commenti e devo dire che, nonostante il tempo trascorso dall’ultimo, questo non è da meno.
      Sebbene il senso di concretezza dovuta all’età, conservo ancora gelosamente dentro di me quell’anima di romantica sognatrice, la quale, in fin dei conti, è la scrittrice di questo blog.
      Probabilmente è lei che risponderà sempre al nome Penelope.

      Grazie sempre per le tue meravigliose parole.

      "Mi piace"

  3. spesso noi single stiamo meglio di molte persone sposate o fidanzate, se non altro la felicità che proviamo dipende unicamente da noi. E poi vuoi mettere la libertà di fare quello che ci pare in ogni momento!! Io è più di 20 anni che sono single, e per ora sto bene così… 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...