Senza categoria

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

Ed ecco cominciare una nuova fase della mia vita e con essa do inizio a un nuovo esperimento.
Un blog, un diario scritto dall’immaginazione per condividere le mie fantasie con chiunque avesse voglia di tuffarvisi e di farsi trascinare dal loro andamento sinusoidale, tipico delle onde del mare.

Un abbraccio

V.

 

Annunci

46 pensieri riguardo “Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore”

  1. Benvenuta, sono contento di leggere e di seguire il tuo blog, anche se poi se ci penso…non lo so se lo leggerò, ma mi piace l’idea di leggere quello che scrivi, anche se magari non mi piacerà. Ti leggerò con piacere, veramente. No, non lo so, non credo. Si ti leggo. (benvenuto ondivago)

    Piace a 1 persona

    1. Carissimo, spero tantissimo di alimentare l’alternanza tra un tuo battito e l’altro, a ritmo variabile (anche tachicardico) , attraverso questo blog. Insomma sei nel posto giusto! O forse no. Vabbè, lo scopriremo! E grazie per la visita.

      Piace a 1 persona

  2. Ciao V.R., in bocca al lupo per il tuo nuovo blog. Grazie per il ‘Mi piace’ sul mio articolo VETTURAGGI: non capirò mai perché ricevo apprezzamenti da voi blogger di poesia intimistica (ossia poesia ‘vera’), mentre io compongo in rima e su eventi molto ‘terra terra’, benché spesso importanti. Tutt’altro genere! Comunque l’apprezzamento mi fa molto piacere! Un caro saluto.

    Piace a 1 persona

    1. Ciao! Crepi il lupo e grazie per il tuo commento! Fa piacere leggere altro, qualcosa che non sia sempre la “solita” poesia intimistica e, personalmente, mi è piaciuto il tuo stile! Continua a scrivere come ti senti che, come vedi, chi ti legge c’è! A presto!

      Mi piace

  3. L’essere infelice è colui che si tiene tutto dentro. Me la sono inventata adesso. Non saremo tutti Shakespeare, Dante, Dan Brown o Montanelli, ma se scrivere aiuta a liberare ciò che abbiamo bentro, ben venga. Ciao

    Piace a 1 persona

    1. Sono completamente d’accordo. L’arte è la terapia dell’anima; ci da la possibilità di trasformare quella nuvola nera che portiamo dentro in energia positiva, capace di assumere potenzialmente tutte le forme artistiche che vogliamo darle. Una buona giornata!

      Mi piace

  4. Ciao V. R.! Ho notato il tuo apprezzamento ad uno dei miei articoli. Anche io sono un giovane blogger; leggendo la data del tuo primo intervento posso capire anche che abbiamo creato i nostri blog nello stesso periodo. Comunque complimenti per i pensieri e riflessioni che pubblichi….è proprio un bello spazio per condividerli! Io sono Francesco, piacere di averti conosciuta. Ci si vede…o meglio, ci si legge! 😉

    Mi piace

  5. Hai tolto il post odierno, e okay ci saranno stati troppi punti di domanda, ma il quadretto che ne usciva era bello e simpatico, e calzante.
    Non perderlo, quanto meno servirà a chi ti seguirà (figli eventuali e nipoti) a sapere come a Palermo e comunque in quest’epoca si era. 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Guido! Che occhio lesto! 🙂 no in realtà era in bozze, ma l’ho pubblicato per sbaglio. Lo riposterò a breve, riveduto e corretto! Ma grazie per il tuo delicato pensiero!! Una buona giornata!! 🙂

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...